Soluzioni di chiusura tethered

I tappi tethered (legati), ovvero i tappi che rimangono attaccati ai contenitori durante l'uso del prodotto (compresa l'apertura e la chiusura), diventeranno parte della nostra vita quotidiana in Europa a partire dal 2024.  

Con l’obiettivo di ridurre l'impatto di alcuni prodotti di plastica sull'ambiente, la Direttiva UE 2019/904 richiede infatti che i coperchi e i tappi delle bottiglie di plastica monouso e degli imballaggi compositi con una capacità fino a tre litri rimangano legati ai contenitori per tutto il tempo di utilizzo.

AROL (sistemi di chiusura, di alimentazione e orientamento tappi) sta già lavorando con i produttori degli imballaggi e delle linee di imbottigliamento per ridurre al minimo l'impatto di questo cambiamento (sebbene, nella maggioranza dei casi, sarà sufficiente una semplice sostituzione dei coni)

Negli ultimi mesi, AROL ha collaborato con Coca-Cola, insieme a diversi produttori di chiusure, nel processo di validazione del nuovo sistema di chiusura GME 30.40 per bottiglie in PET per bibite gassate (CSD), sia a livello di laboratorio (c/o la sede AROL) che a livello industriale (c/o la linea di produzione CCEP nello stabilimento di Barcellona Spagna).

Il sistema di chiusura GME 30.40 per bottiglie in PET (codice CETIE) è il primo standard internazionale sviluppato nello specifico per i tappi tethered, in modo da garantirne la conformità con la Direttiva UE SUP.

La prova a livello industriale condotta nello stabilimento CCEP di Barcellona ha coinvolto la produzione di più di 6 milioni di bottiglie vendibili in formato 500 ml chiuse con i nuovi tappi con collare 26/22 CSD.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio