Grupo Bimbo a pieno regime aumenta il fatturato

C’è anche chi, nonostante il periodo infausto, cresce in tutti i mercati internazionali.

È il caso del colosso messicano della panificazione Bimbo, che nel primo trimestre 2020 ha registrato un aumento delle vendite del 7% pari a 74,4 miliardi di pesos (3,05 miliardi di dollari), con un Ebitda in crescita dell’11,4% (8,8 miliardi di pesos).

Un risultato alimentato dalla forte richiesta di prodotti da forno, pervenuta specialmente nelle ultime due settimane di marzo, a causa del lockdown. Sul mercato domestico le vendite sono cresciute del 6,2% (27,2 miliardi di pesos), ma performance significative sono state evidenziate in tutto il mondo: Nord America (+9,8% a 36 miliardi), America Latina (+ 3,8% per 6,9 miliardi); Europa, Asia e Africa (+1,8% a quota 6,58 miliardi).

“L’impennata della domanda ha richiesto la piena operatività dei nostri impianti e reti distributive. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’impegno serrato dei nostri 134.000 collaboratori - ha dichiarato Daniel Sertvitje, presidente e CEO di Bimbo - La nostra azienda ha una grande responsabilità nel nutrire le persone di tutto il mondo, perciò siamo determinati a superare con successo questa grande sfida”.