Dalla ricerca Tosaf, i nuovi masterbatch senza TiO2

In risposta alle crescenti richieste della clientela, l’israeliana Tosaf ha sviluppato una nuova serie di masterbatch con eccellenti caratteristiche in termini di grado di bianco, potere colorante e opacità, ma soprattutto priva di biossido di titanio (TiO2), già vietato dall’Unione Europea per gli usi alimentari per la sua sospetta cancerogenicità.

Sebbene l’utilizzo di TiO2 sia ancora consentito per i polimeri a contatto con gli alimenti, i produttori di packaging stanno anticipando i tempi preparandosi alla conversione verso masterbatch privi di TiO2.

"Disponibili in granuli cilindrici e sferici, i nuovi masterbatch (in attesa di brevetto), sono il risultato di uno studio avviato da Tosaf Benelux R&D: “Con il lancio dei nuovi masterbatch privi di biossido di titanio, e disponibili con diversi carrier, stiamo risolvendo il problema dei trasformatori di materie plastiche e dei proprietari di marchi per quanto riguarda la colorazione bianca delle materie plastiche per alimenti, imballaggi cosmetici, farmaceutici e per l’industria dei giocattoli, indipendentemente dal metodo di lavorazione e dall'uso finale" – ha dichiarato Michel Theunisz, general manager di Tosaf Benelux.

A parità di dosaggio, il potere colorante e l’opacità delle nuove soluzioni raggiungono il medesimo elevato livello dei masterbatch TiO2 standard, sono compatibili con qualsiasi polimero di base e, grazie alla bassa abrasività, consentono l’allungamento del ciclo di vita dello stampo evitando il plate-out in lavorazione.

L’innovativa proposta sarà presentata in anteprima alla fiera K2022 (Halle 8a/D01) in calendario a Düsseldorf dal 19 al 26 ottobre prossimi.