Circolarità della plastica garantita da “Reload”

Il progetto di Aliplast è un marchio di garanzia che racconta la qualità della plastica riciclata: polimeri e i film frutto di processi completamente circolari,  seguendo un modello che prevede il ritiro del rifiuto direttamente presso l’azienda e la riconsegna del medesimo prodotto rigenerato. 

Si chiama “Reload”, il marchio che Aliplast ha sviluppato per qualificare i polimeri e i film realizzati con un’elevata percentuale di materiale di recupero e di cui potranno fregiarsi tutte le linee di prodotti realizzate dall’azienda di Ospedaletto di Istrana (TV), dal 2017 parte di Herambiente, e da quarant’anni leader europeo nel recupero e riciclo di materiale plastico, in particolare polimeri rigenerati, film flessibili in rLDPE e lastre in rPET con molteplici applicazioni nell’ambito del confezionamento.

Come sottolinea Carlo Andriolo, Amministratore delegato della società: «Le tensioni sui mercati delle materie prime, conseguenti alla ripresa post-Covid, hanno rarefatto la disponibilità di plastica vergine. Questo per noi è stata un’opportunità straordinaria, perché ha portato anche realtà tradizionalmente non interessate al riciclato ad affacciarsi su questo mercato. Grazie alla qualità dei nostri prodotti (soprattutto sull’alta gamma, dove è più severo il confronto con il vergine), siamo riusciti ad abbattere preconcetti e a conquistare nuovi clienti.

Oggi la sfida è diversa: la plastica vergine è tornata disponibile (peraltro a prezzi vantaggiosi rispetto al riciclato), quindi diventa assolutamente importante trasmettere il valore ambientale della plastica riciclata. In questo senso Reload rappresenta uno strumento non solo di trasparenza, ma anche di comunicazione fondamentale».

La competitività di Aliplast aumenta quindi all’aumentare della sensibilità verso i temi del riciclo e alla capacità del sistema di valorizzare la straordinaria risorsa che sono i rifiuti plastici.

Un tema su cui Andriolo prosegue: «Siamo già tra i “grandi raccoglitori” di rifiuti industriali di qualità, e in più, grazie alle sinergie con il gruppo Hera, primo operatore italiano nella gestione dei rifiuti, puntiamo a una crescita futura, nonostante il fatto che siamo vincolati a una risorsa che, in prospettiva, tende a scarseggiare. Il tema per noi è gestire un modello di recupero che guardi a tutto il materiale consumato e buttato, indipendentemente dalla provenienza.

Una strategia complessiva che prevede nei prossimi anni investimenti per diverse decine di milioni di euro per aumentare la capacità produttiva, sviluppare le tecnologie di selezione e costruire una filiera che permetta di ottimizzare il recupero dell’esistente».

Polimeri riciclati, in granuli o scaglie, film flessibili e rigidi, composti per almeno il 90% di materiale riciclato entrano così a far parte della linea Reload che, senza sacrificare nulla in qualità e performance, caratteristiche di resistenza meccanica e flessibilità di utilizzo, contribuiscono attivamente a ridurre la carbon footprint, attivando un percorso di circolarità della plastica con applicazioni che spaziano dall’alimentare, all’automotive, dall’arredamento, alla ceramica, al cosmetico e al chimico.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio
ALIPLAST SPA