Proposte di “upgrade” tecnologico a fine linea

D.C.M. è partner di riferimento per gli OEM, chiamati a proporre impianti sempre più automatizzati, flessibili e integrati, per ogni step del ciclo produttivo. Per ottimizzare i processi al fine linea, l’azienda fornisce soluzioni customizzate, dalla palettizzazione alla logistica e-commerce, che offrono sicuri vantaggi in termini di efficienza. 

La costante crescita della produzione industriale, nonché la recente espansione del commercio elettronico, ha portato le aziende produttrici di beni di consumo a ricercare soluzioni innovative ad alto contenuto tecnologico per gestire anche le fasi di imballaggio, trasporto e “fine linea” massimizzando i livelli di efficienza e produttività.

Per tenere il passo con l’evoluzione dei modelli industriali, i costruttori di macchine hanno da tempo compreso la necessità di arricchire la propria gamma di prodotti, integrando nuove opzioni per il fine linea, come i sistemi automatici o semiautomatici di palettizzazione.

In parallelo, per gestire la produzione destinata all’e-commerce, sempre più di frequente, vengono introdotte soluzioni ad hoc, ad esempio, per la gestione dell’ultima fase del confezionamento prima della spedizione. 

In risposta a queste specifiche esigenze, D.C.M. - da oltre 40 anni fornitore di macchine e attrezzature ausiliarie ad alto contenuto tecnologico per l’industria del packaging - lavora a stretto contatto coi costruttori di macchine per offrire soluzioni customizzate in grado soddisfare le richieste del mercato.

Palettizzazione collaborativa robotizzata

Tra le più recenti novità del portfolio D.C.M vi è l’isola robotizzata Squirrel che offre notevoli vantaggi rispetto alle tecnologie dei comuni palettizzatori presenti sul mercato, grazie alla capacità di operare in spazi contenuti, coniugando il massimo rendimento operativo con i più elevati standard di sicurezza. L’innovativo software di controllo, infatti, consente all’unità di passare dalla modalità collaborativa, in grado di garantire un’interazione senza rischi per gli operatori, a quella ad alta velocità; il robot montato su un’asse telescopico consente di raggiungere i 2 m di palettizzazione.

Il software ALCE (Automatic Layer Configuration Editor) per la gestione degli strati di pallet, potente e semplice da usare, consente la creazione e l’ottimizzazione delle configurazioni strato in pochissimi passaggi.

Il payload massimo che la presa riesce a sollevare varia da 12 a 20 kg, con la possibilità di presa da 1/2/3 scatole con peso complessivo di 10 o 16 kg, sempre in base al modello considerato.

Soluzioni ad hoc per l’e-commerce

Per il riempimento delle buste e-commerce, D.C.M. offre una soluzione semiautomatica in grado di rendere più rapide le operazioni di order fulfillment. Il sistema rende disponibile all’operatore una busta aperta, già etichettata con l’indirizzo di spedizione, pronta a ricevere il contenuto e successivamente essere chiusa manualmente. La riduzione del lavoro svolto dall’operatore permette di gestire un maggior numero di buste ogni ora, con un incremento di produttività fino al 300%. 

Per garantire un packaging sicuro, in grado mantenere il contenuto al riparo da urti accidentali, D.C.M. propone, inoltre, “Box to product” una linea di confezionamento semi-automatica che realizza un packaging protettivo. Questo sistema permette configurazioni multiprodotto, con quantità e tipologie variabili di articoli acquistati, l’eliminazione dei kit di riempimento, l’armonizzazione degli imballi, la standardizzazione del flusso logistico e l’automazione del processo.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio