Il sistema Confindustria lancia il primo Executive Program per General Manager dei Beni Strumentali

Il corso di formazione nasce dalla partnership tra SBS – Scuola Beni Strumentali e SFC – Sistemi Formativi Confindustria, in collaborazione con LIUC Business School e Luiss Business School. Corsi in presenza a Modena, Milano e Castellanza (Varese) e a distanza.

loghi

 

Acimac, Amaplast e Ucima hanno presentato oggi, insieme a SFC – Sistemi Formativi Confindustria, il primo Executive Program General Management nella filiera dei Beni Strumentali”. Un progetto voluto dalle tre associazioni di categoria insieme a Confindustria che prevede una partnership tra SBS – Scuola Beni Strumentali (l’ente di formazione di Acimac, Amaplast e Ucima) e SFC, e la collaborazione di due delle alte scuole più prestigiose d’Italia: la LIUC Business School e la Luiss Business School.

Il percorso di eccellenza è orientato alla formazione di futuri manager e imprenditori, titolari di seconda generazione e figure deputate a sviluppi di carriera, capaci di contribuire al successo di imprese attive in settori ad alta tecnologia come sono quelli dei beni strumentali e sempre più orientate all’innovazione, all’internazionalizzazione e alla digitalizzazione dei mercati. Si svilupperà in 8 moduli e 122 ore totali di formazione di tipo blended: in presenza (nelle sedi di SBS a Modena, della LIUC Business School a Castellanza (Varese) e della Luiss Business School di Milano), online sincrona e in FAD asincrona (fruibile, cioè in qualsiasi momento).

Attraverso una visione organica e trasversale del sistema impresa, il manager svilupperà capacità di analisi, diagnosi e soluzione delle problematiche gestionali aziendali con una visione internazionale. Il corso comincerà a febbraio 2023.


“L’Executive Program per general manager dei beni strumentali rappresenta il completamento dell’offerta formativa della nostra scuola di management SBS, – dichiara Paola Brusiani, responsabile di SBS -, che ci consente di accompagnare tutti i percorsi di carriera all’interno delle nostre aziende, unendo alla formazione accademica le testimonianze di manager e imprenditori che condividono esperienze e best practice per gestire aziende complesse e internazionalizzate. Siamo particolarmente orgogliosi di essere i primi a realizzare questo percorso e farlo con le eccellenze e il contributo di SFC, LIUC e Luiss”.


“Esprimo la mia più grande soddisfazione per la nascita del primo Executive Program dedicato alle competenze manageriali per il settore dei beni strumentali – commenta Luigi Serra, presidente di SFC – Sistemi Formativi Confindustria -. Frutto di un grande lavoro di squadra che ha visto per la prima volta insieme, in oltre cento anni di storia, le eccellenze formative del nostro Sistema Confindustria: la Luiss Business School e la LIUC Business School. È quindi un’importante esperienza di co-branding che ha generato un’offerta formativa d’eccellenza, all’avanguardia e fortemente ancorata alle esigenze delle imprese.”


“Siamo ben lieti di collaborare con SBS (Scuola Beni Strumentali) e Sistemi Formativi Confindustria, insieme a Luiss Business School, Acimac, Amaplast e Ucima, a questo percorso di eccellenza studiato per la formazione di futuri manager e imprenditori – afferma Riccardo Comerio, presidente della LIUC - Università Cattaneo -. La LIUC Business School, mediante i suoi docenti, saprà fornire contenuti di valore per lo sviluppo di conoscenze e competenze sia teoriche sia esperienziali. E lo farà in uno spazio fisico emblematico, dove un tempo c’erano i telai di un cotonificio che produceva tessuti, ora fabbrica di talenti”


“Siamo orgogliosi di promuovere un progetto che coniuga eccellenze aziendali e prestigiose istituzioni formative con l’obiettivo di consolidare le competenze chiave per il successo delle nostre imprese e dei territori – dichiara Luigi Abete, Presidente Luiss Business School –. Una formazione moderna è, infatti, sempre più disegnata sulle esigenze d elle aziende, sull’attività di ricerca, attraverso una innovazione costante dei modelli didattici. Questo è l’impegno concreto di Luiss Business School a supporto del Paese ed è un fattore imprescindibile per la crescita del nostro sistema economico, di fronte a scenari globali sempre più complessi”.


Il corso è stato presentato nell’ambito di “Megatrends 2030”, evento che ha presentato a una platea di general manager gli scenari di evoluzione prospettica sia a livello macro, sia di filiera dei beni strumentali. Presso la location di Villa Marchetti di Baggiovara (Modena), sede operativa di Acimac, Amaplast e Ucima, hanno partecipato importanti esponenti del mondo produttivo e di servizio alle principali filiere del made in Italy.

Per informazioni e iscrizioni: 
Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio
AMAPLAST (ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI DI MACCHINE E STAMPI PER MATERIE PLASTICHE E GOMMA)