Nuovi pack compostabili per Nonno Nanni

Il nuovo packaging mantiene inalterate tutte le proprietà del prodotto, può essere gettato nell’umido e diventare fertilizzante per la terra.

Nonno Nanni, l’azienda produttrice di formaggi freschi, intensifica il proprio impegno nei confronti dell’ambiente e presenta sul mercato nuovi formati e pack compostabili per tre referenze della sua gamma di prodotti: fior di Stracchino, stracchino con fermento probiotico e stracchino con fermenti lattici vivi dello yogurt.

Non più la vecchia vaschetta in plastica da 150g, ma un nuovissimo pack nel formato da 165g realizzato interamente da materiale compostabile che può essere gettato nell’umido e diventare fertilizzante per la terra. Anche lo stracchino con fermento probiotico e lo stracchino con fermenti lattici vivi dello yogurt  sono disponibili, in aggiunta alle versioni già presenti sul mercato da 250g e 125g, in un nuovissimo formato da 100g e in un pack compostabile: flowpack e vaschetta interna sono realizzati con un materiale creato dai residui della lavorazione di prodotti agricoli che possono essere gettati direttamente nell’umido, come conferma anche la certificazione UNI EN 13432 emessa dall’ente DIN CERTCO ottenuta dall’azienda. Oltre ad essere rispettoso dell’ambiente, il nuovo pack mantiene inalterate tutte le proprietà dei prodotti.

Altro passo importante di cui la società va fiera è che l’intera linea di stracchini è diventata carbon neutral attraverso un progetto di corporate social responsibility denominato La Bontà In Ogni Gesto che prevede la compensazione totale delle emissioni di CO2 oltre ad azioni etiche, sociali e ambientali.

«Il packaging compostabile è una delle best practice che abbiamo avviato da qualche anno e in cui crediamo fermamente. Siamo convinti sia necessario intraprendere un percorso di sostenibilità organico, coerente e a lungo termine, per questo abbiamo deciso di adottare una serie di interventi ambientali, ma anche etici e sociali espressione del nostro impegno a favore di un cambiamento a beneficio delle generazioni future» – afferma Silvia Lazzarin, Amministratore di Nonno Nanni.