Danone blocca gli investimenti in Russia

Tags

Danone, il gruppo francese del lattiero-caseario, ha annunciato che sospenderà temporaneamente tutti gli investimenti in Russia, pur mantenendo la produzione di prodotti freschi e alimenti per l’infanzia.

Secondo quando riportato il quotidiano Le Figaro, l'amministratore delegato di Danone Antoine de Saint-Affrique era tra i manager presenti all’incontro del 4 marzo scorso con il presidente Emmanuel Macron che li ha esortati a non lasciare la Russia frettolosamente, e comunque non senza aver prima consultato il Governo.

L’azienda, che a inizio del conflitto ha dovuto chiudere i suoi due stabilimenti in Ucraina, è riuscita a riaprirne uno. La priorità di Danone è tutta rivolta alla sicurezza dei suoi dipendenti e alla raccolta e distribuzione di beni di prima necessità ai profughi.

In Russia e Ucraina il gruppo realizza il 6% del suo giro d’affari consolidato.

Questo articolo fa parte dello speciale: