Beni in polietilene: riciclabili al 100% e certificati

Il film industriale raccolto diventa nuovo film industriale nel progetto sperimentale avviato da Ecopolietilene.

Ecopolietilene, consorzio nazionale per la gestione dei rifiuti da beni in polietilene, ha certificato la prima filiera circolare per i film industriali. Dalla raccolta dei rifiuti in polietilene, infatti, è oggi possibile dare vita a nuovi film plastici grazie al lavoro congiunto di A.M. Recuperi, Polimero e Virosac e con il supporto operativo di Ecolight Servizi.

Il progetto è stato sviluppato nel primo semestre del 2022 e ha visto il coinvolgimento delle regioni Toscana, Emilia Romagna e Veneto e di tre aziende di primo piano del settore. La fiorentina A.M. Recuperi srl, ha organizzato la raccolta e il trasporto da superficie privata dei rifiuti da beni in polietilene flessibili, per un volume complessivo di oltre 214 tonnellate di film industriali, gestiti nell’impianto di Gallicano (FI) per la fase di selezione, cernita e pressatura; Polimero srl, azienda di Rovigo impegnata da oltre 40 anni nel campo della rigenerazione delle materie plastiche, ha trattato i rifiuti per ottenere materia prima seconda, gestendo in particolare il processo di triturazione, lavaggio con scarto dei corpi estranei, estrusione e granulazione, in modo da garantire una qualità del materiale costante ed uniforme. Il risultato di questo lavoro in team è un granulo consegnato poi a Virosac srl che, negli impianti di Pederobba (TV), ha prodotto nuovo film industriale. Ecco quindi che le 214 tonnellate di rifiuti sono oggi sacchi per la spazzatura in polietilene immessi sul mercato.

La sperimentazione era partita nel 2021 con una gestione specifica dei beni in polietilene utilizzati in ambito agricolo, per i quali era stato individuato uno sbocco industriale alle materie prime seconde ottenute dai processi di recupero.

In questa fase il consorzio Ecopolietilene ha considerato in particolare i rifiuti provenienti da teli per la copertura dei vigneti, attivando una filiera circolare che ha dato come risultato un granulo in polietilene idoneo alla realizzazione di film barriera al vapore utilizzato in edilizia. Nella nuova sperimentazione, grazie alla collaborazione dei partner impegnati nel progetto, il prodotto finale è destinato al mercato consumer ed è quindi adeguato ad essere presente in tutte le case. Un’evoluzione che dimostra come Ecopolietilene sia impegnata in ambito ambientale, rafforzando il ruolo dei produttori nel percorso di costruzione di una reale economia circolare per i rifiuti da beni in polietilene.