SI 280: efficienza dell’imballaggio in pouch

Volpak (azienda del Gruppo Coesia) accelera sui mercati del Nord e Sud America con proposte come la SI 280, macchina orizzontale form fill seal dedicata al confezionamento in pouch di prodotti di largo consumo.

Sono tanti i segnali di apprezzamento da parte del mercato americano verso l’ampia offerta di soluzioni che Volpak progetta e sviluppa nella sua sede di Barcellona, avvalendosi di un know how unico al mondo.

Per la società spagnola, attiva da oltre quarant’anni come costruttore di macchine per il packaging flessibile, la crescita nell’area Nord e Sud America sta progredendo in modo sostenuto, grazie alla proposta di soluzioni tecnologiche performanti, versatili e sostenibili - presentate tra l’altro al recente Pack-Expo di Chicago -  che rispondono alle esigenze di un mercato dai grandi volumi e dove cresce l’attenzione ai temi ambientali da parte dei brand di pressoché tutti i settori mercologici (food&beverage, personal care & pharma).

L’impegno di Volpak in fatto di sostenibilità ambientale è d’altronde di lunga data. Con la realizzazione di PouchLab nel 2018, l’azienda spagnola ha dato un segnale forte, creando un hub dove effettuare test di resistenza e durata di nuovi materiali sostenibili per l’imballaggio, come i monomateriali ad esempio, studiandone la macchinabilità e le applicazioni sul mercato.

Con SI 280, processi agili ed efficienti

Tra le proposte sostenibili per il mercato americano, si inserisce dunque la form fill seal orizzontale SI 280, dedicata al confezionamento in buste flessibili di prodotti di largo consumo, in grado di lavorare materiali totalmente riciclabili e applicare zip di chiusura.

È inoltre dotata di cambio formato automatizzato e assistito, una funzione ora disponibile per l’intera serie SI grazie all’innovativa interfaccia uomo-macchina.

Disponibile in particolare nella fase di formazione della busta, l’automazione del cambio formato consente di ottimizzare e accelerare le operazioni anche a tecnici senza formazione specifica. La digitalizzazione dell’intera serie SI fa sì che le macchine siano sempre più interconnesse con i processi di produzione.

Digitalizzare con Optimate e Performate

Altra funzione chiave della macchina SI 280 è la presenza di OptiMate, il nuovo HMI intelligente basato su tecnologia proprietaria Coesia. OptiMate facilita il cambio formato e la manutenzione della macchina grazie all’interfaccia intuitiva e alle procedure guidate. La versione Premium, presentata a Pack-Expo, annovera caratteristiche avanzate rispetto al modello standard, tra cui la possibilità di eseguire un’analisi della produzione attraverso una reportistica dettagliata e la diagnosi avanzata per la manutenzione predittiva.

OptiMate rappresenta dunque una risorsa fondamentale non solo per controllare la macchina in modo semplice e intuitivo, ma anche per ottimizzare la produzione e, di conseguenza, il consumo di materiali ed energia.

Oltre a OptiMate, SI 280 include anche PerforMate, la piattaforma IIoT di Coesia per il monitoraggio della macchina in tempo reale, che consente di migliorare il controllo, la collaborazione e le prestazioni dell’intero parco macchine, oltre a fungere da portale unico per diversi servizi innovativi.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio