Da “hello robotics”, un aiuto per ogni esigenza

Negli ultimi anni la crescita del settore farmaceutico è stata considerevole, così come la complessità raggiunta dai sistemi produttivi.

Affidabilità e precisione sono in tal senso caratteristiche imprescindibili che la robotica può soddisfare appieno attraverso i diversi possibili utilizzi: dal pick&place alla manipolazione di medicinali o prodotti parafarmaceutici fino alla loro palettizzazione, oltre alla produzione di farmaci e al controllo qualità… il tutto nel rispetto della sicurezza e delle norme igieniche, che non sarebbe probabilmente garantite in egual misura dalla presenza continuativa di operatori.

Oltre ai fattori igienici, per il settore farmaceutico è essenziale la produttività, in virtù dei volumi di lavoro elevati e dei tempi molto rapidi. Anche in questo caso, l’implementazione di robot all’interno dell’impianto di produzione permette di incrementare l’efficacia e l’efficienza, eliminando al contempo le attività ripetitive a basso valore aggiunto svolte in genere dagli uomini.

Sulla scorta di queste considerazioni sui trend e i mercati, PRL Tecnosoft - storico costruttore di impianti di trasporto e movimentazione - ha inaugurato lo scorso anno una divisione interna dedicata alla robotica, la “hello robotics”.

L’azienda bresciana ha deciso infatti di integrare e applicare diverse tipologie di robot, ognuno in grado di soddisfare svariate necessità. Per esempio, i cobot (robot collaborativi) vengono integrati per dare aiuto nelle operazioni di incassamento, palettizzazione, pick&place e asservimento macchine; i robot antropomorfi, oltre alle operazioni già citate, vengono preferiti per le attività di assemblaggio, consentendo di migliorare ulteriormente la produttività, mentre i robot Delta sono utilizzati soprattutto per deviare, smistare e unificare i prodotti.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio
PRL Tecnosoft di Lugana Daniele & C. SAS