Un’intesa vincente a fine linea

Tags

Impiegando i gripper Kenos® KVG di Piab, Officina Meccanica Sestese ha progettato e installato un impianto di confezionamento di fine linea presso un grande produttore di componenti per l’industria del mobile.

Comprimere, compattare e stabilizzare l’imballaggio di pannelli di legno nobilitati. Su questi presupposti è stato concepito l’impianto di reggiatura verticale di Officina Meccanica Sestese (OMS), modello 08L, destinato a un’azienda localizzata nel sud est Europa.

La macchina consente di confezionare in automatico i colli, con la possibilità di eseguire più legature con reggia di poliestere termosaldante (larghezza 16 mm e spessore 0,8-1,0 mm). Le dimensioni degli imballi da gestire variano da un minimo di 60 mm di altezza a un massimo di 2.180 mm di larghezza e 5.700 mm di lunghezza.

Caratteristiche tecniche e funzionamento

La testa di reggiatura “modulare” robusta e compatta è dotata di tutte le funzionalità per eseguire il ciclo di legatura richiesto dal cliente, con una tempistica compresa tra i 4 e 7 secondi max. La macchina, progettata anche per l’assistenza da remoto, è dotata di un dispositivo metti-listello (superiore e inferiore) che protegge l’imballo in fase di applicazione della reggia. Tale dispositivo è alimentato da un manipolatore composto da 4 gripper Kenos® KVG 120 di Piab, azionati attraverso una soffiante a canale laterale che consentono di movimentare uno strato di listelli di legno grezzo. Da questo strato, i singoli listelli vengono successivamente prelevati con ulteriori 2 gripper Kenos® KVG 60, equipaggiati con generatori di vuoto integrati COAX®, che alimentano il dispositivo metti-listello.

Una soluzione ottimale.

Secondo Marco Vicario, Project Engineer di Officina Meccanica Sestese e responsabile del progetto, i gripper Kenos® rappresentano la soluzione più indicata per il processo OMS, che impiega materiali molto porosi. «Prima di adottare questi sistemi di presa, utilizzavamo ventose di un altro produttore, che non fornivano garanzia di prelievo assoluta e che dovevano essere sostituite di frequente per manipolare formati e materiali diversi». Affidabili e flessibili, i gripper Kenos® risolvono la problematica di riattrezzaggio della linea e, grazie alla possibilità di sostituire solo la spugna tecnica che costituisce l’interfaccia di presa, le ventose garantiscono un ciclo di vita decisamente più lungo.

Sistemi che semplificano l’handling

I sistemi di presa a vuoto Kenos® KVG di Piab sono sviluppati per semplificare i processi di movimentazione in molti settori industriali quali legno, ceramica etc. Si tratta di una gamma versatile, studiata per manipolare un’ampia varietà di oggetti con forme, dimensioni e densità differenti.

Tra i diversi sistemi Kenos® disponibili, il modello KVG è quello che meglio si presta alle esigenze dell’industria del legno grazie alla sua elevata adattabilità.La maggior parte dei sistemi di presa può essere dotata di generazione di vuoto integrata o predisposta per la generazione di vuoto separata, mediante pompa a palette o soffiante a canali laterali. La tecnologia di generazione del vuoto COAX® di Piab riduce al minimo il consumo di energia, offrendo al contempo una presa sicura e veloce, grazie alla sua elevata portata iniziale. L’unità pompa può fornire prestazioni elevate anche con pressione di alimentazione bassa o fluttuante. Ciò è stato dimostrato in test comparativi indipendenti condotti da “Fraunhofer Institute for Machine Tools and Forming Technology IWU” di Dresda. Questi test hanno dimostrato che, poiché gli eiettori PIAB richiedono una quantità d’aria compressa notevolmente inferiore rispetto ad altre soluzioni presenti sul mercato, il loro utilizzo riduce il costo totale di produzione.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio
PIAB ITALIA SRL