Come trasformare la stampante in un computer   

Sviluppata da SATO, la piattaforma software AEP permette alle etichettatrici di ricevere le informazioni da un data base centralizzato ed elaborarle in autonomia. Alcuni esempi concreti di semplificazione dei processi.

La piattaforma software AEP (Application Enabled Printing), sviluppata dall’azienda giapponese SATO e integrata nelle sue stampanti intelligenti, permette di semplificare le operazioni di impostazione e di preparazione delle etichette evitando la possibilità di errori umani. Il processo di creazione è infatti completamente automatico e consente di programmare i contenuti dei diversi campi delle etichette, indicando le regole di base a cui riferirsi per identificare il dato corretto da impostare.

 

«In pratica, la suite AEP trasforma la stampante SATO in un computer, permettendole di gestire con flessibilità i dati variabili delle etichette ed eliminando la possibilità dell’errore umano. Il tutto - afferma Domenico Cianferri, direttore di SATO Italia - senza i tipici costi di installazione e gestione di un PC».

La suite AEP è inclusa in stampanti industriali, di medie dimensioni e portatili, e si presta quindi ad essere usata in diversi settori (manifatturiero, sanitario, logistico, Horeca, hospitality, healthcare, GDO), ottenendo vantaggi concreti: aumento della capacità produttiva, ottimizzazione dei processi aziendali e un notevole risparmio sui costi di formazione del personale addetto che non deve più usare un computer a livello locale.
 
Alcuni esempi applicativi
• Nel settore dalla ristorazione collettiva rende facili e veloci le operazioni di gestione degli alimenti in base alle normative HACCP (Hazard Analysys and Critical Control Points), con un tracciamento rigoroso e preciso di ingredienti base e semi lavorati, per conoscere e certificare il loro “status” in qualsiasi momento, anche ai fini ispettivi delle Autorità sanitarie e di controllo.
In Svezia la Swedish Sushi Chain, catena che prepara e confeziona sushi, ha scelto la tecnologia SATO con la quale stampa le proprie etichette multiformato comprensive sia dei dati comuni a tutte le altre unità operative che delle informazioni rilevate in locale quali peso, data di produzione e ingredienti, grazie all’interconnessione con scanner e bilance alimentari. Gli addetti possono così concentrarsi con cura nella preparazione delle ricette senza doversi preoccupare degli aspetti burocratici.
 
• In ambito ospedaliero, per l’identificazione dei pazienti ricoverati, viene utilizzato un braccialetto sul quale sono stampati tutti i dati relativi alle patologie e i farmaci prescritti al fine di monitorarne lo stato di salute; in questo modo il personale sanitario è avvantaggiato e sollevato dal rischio di commettere errori. Grazie ad AEP, infatti, la stampante può interfacciarsi direttamente col database dell’ospedale per caricare/scaricare sia i dati relativi alle somministrazioni di farmaci. 
• Nel contrasto al Covid 19, le stampanti intelligenti con software AEP sono utilizzate come elemento centrale nel controllo accessi in aziende e strutture ospedaliere. Collegate a rilevatori di temperatura e scanner facciali, memorizzano i dati relativi alle condizioni della persona e stampano etichette che vengono utilizzate come badge individuale per l’autocertificazione del proprio status sanitario da parte di dipendenti e visitatori.
 
• Nella grande distribuzione gli operatori necessitano di una produzione massiva e continua di etichette dovendo spesso ri-etichettare le merci a seguito di lavorazioni interne. Pensiamo ad esempio ai preparati freschi da banco quali panetteria e gastronomia dove le etichette vengono stampate con la semplice pressione su un’icona grafica del prodotto nel touch-screen. Tutti i dati sono presenti in un data base centralizzato, secondo gli standard stabiliti in azienda, e scaricati sulla periferica locale in modo che ogni punto vendita possa etichettare le merci nella stessa modalità riportando, oltre al prezzo, le informazioni relative ai composti ed ingredienti utilizzati, allergeni, data di scadenza ed eventuali campagne promozionali. La soluzione AEP in questo caso rende la stampante intelligente e capace, ad esempio, di impostare autonomamente sconti personalizzati da applicare in particolari giorni della settimana, per tutti i clienti oppure per i soli possessori di fidelity cards, stampando quindi etichette “dinamiche”.

 

Caratteristiche tecniche. Le stampanti possono essere collegate a periferiche, come scanner piani e a pistola, bilance di precisione, tastiere per l’input manuale e rilevatori di temperatura, costituendo un potente sistema di raccolta dati, codificati sia nei codici a barre che nei dispositivi RFID, per garantire ai sistemi logistici, automatizzati o manuali, rilevamento, tracciamento e rapida analisi dei contenuti. 
Le stampanti sono totalmente autonome, dotate anche di schermi tattili, mobili e fisse, e aiutano l’utilizzatore a realizzare etichette di svariate dimensioni per qualsiasi tipo di merce, con estrema precisione e senza sprechi di carta.

Pionieri della marcatura
Multinazionale giapponese quotata nella prima sezione della Borsa di Tokyo, SATO produceva nel 1962 la prima etichettatrice manuale al mondo, nel 1981 la prima stampante termica e nel 2003 la prima stampante basata sulla tecnologia RFID. Le sue stampanti ad alte prestazioni sono riconosciute per essere ai vertici del mercato, offrendo soluzioni combinate hardware/software studiate su misura e sempre al passo con i più recenti requisiti tecnici e ambientali. Grazie all’integrazione tra hardware, software e consumabili SATO è in grado di connettere persone, prodotti e informazioni al mondo dell’IoT.
Con oltre 80 anni di esperienza e una forza lavoro globale di oltre di 5.400 persone in 26 paesi, l’azienda ha chiuso il 31 marzo 2021 con ricavi pari a 109.052 milioni di Yen giapponesi (1,03 miliardi di dollari statunitensi).

Brand presente nel nostro Paese dal 2006, nel 2019 l’ufficio di rappresentanza in provincia di Como viene trasformato in una vera e propria filiale nazionale, focalizzata sui servizi post-vendita per i partner con supporto tecnico gratuito, corsi di formazione in lingua italiana e interventi di riparazione effettuati sul territorio nazionale in tempi brevi.
Nel 2022 inizia la fase di consolidamento grazie all’ampliamento del team italiano con figure dedicate al supporto prevendita e all’apertura di una nuova sede a Bologna.