Cybersecurity: Fortinet mette in guardia dai rischi

Fortinet pubblica l’edizione  2022 del Report globale dedicato a Operational Technology e cybersecurity.

Il documento mette in evidenza come la digitalizzazione sempre più spinta degli ambienti industriali comporti gravi rischi per il sistema economico e sociale, specialmente se, come spesso accade, non vengono messe in campo strategie di cybersecurity adeguate a protezione dei sistemi OT.

Secondo l’indagine, solo il 13% degli intervistati ha una visibilità centralizzata di tutte le attività OT, mentre un esiguo 52%, le monitora da un SOC, il security operations center. Questo, nonostante il 97% del campione lo ritenga un fattore strategico per mitigare il rischio complessivo in materia di sicurezza informatica.

Ma il dato preoccupante, che dovrebbe spingere a definire una strategia di cybersecurity immediata, è che ben il 93% delle organizzazioni OT ha subito un’intrusione negli ultimi 12 mesi, con il 78% che arriva a 3.

Le conseguenze sono il rallentamento o blocco delle operazioni per il 50% delle vittime delle intrusioni, che possono essere evitate con una postura di sicurezza di livello superiore al 4 e una strategia complessiva che permetta di avere una vista centralizzata delle attività OT, riducendo i rischi e proteggendo produttività e business, che si tratti di imprese o servizi pubblici.

Report, disponibile online su www.fortinet.com