Best Packaging 2023: Quality Design + start up e studenti

Iscrizioni aperte fino al 15 dicembre per il contest Best Packaging 2023. Con focus sul tema Quality Design, avvallato dalla collaborazione con il Politecnico di Milano, l’Istituto Italiano Imballaggio conferma i premi speciali “Ambiente” (patrocinato da Conai) e “Tecnologia” (grazie al supporto di Ipack-Ima). Ma annuncia anche novità interessanti, dove la concretezza dell’industria trova il giusto compendio nei valori sociali e ambientali di un packaging etico.

Promossa da Istituto Italiano Imballaggio in collaborazione con la Scuola del Design del Politecnico di Milano, l’edizione 2023 del contest Best Packaging è dedicata a valorizzare le soluzioni che si distinguono in termini di progettualità e design qualitativo.

Nel presentare il progetto per la sezione principale Quality Design, occorre ispirarsi alle linee guida redatte dal Politecnico, che riportiamo di seguito.
- Dimensione strutturale. Innovatività della soluzione formale e sue qualità estetiche, semantiche, sensoriali, coerenti con un contenuto secondo una prospettiva di miglioramento ambientale.
- Impianto visuale. Originalità del modello narrativo e qualità delle forme grafiche che lo esprimono; capacità di valorizzare il potenziale comunicativo del packaging.
- Attenzione informativa. Qualità delle soluzioni grafiche tese a veicolare contenuti informativi riferiti all’imballaggio e/o al suo contenuto, con particolare attenzione a interventi che favoriscono l’accesso alle informazioni a tutte le fasce di utenti.
- Funzionalità e modi d’uso. Incremento delle funzioni ergonomiche e di servizio riferite alle prestazioni, all’interazione, ai modi d’uso il cui grado di innovazione può arrivare a implicare l’introduzione di nuovi riti di utilizzo e consumo.

Le novità del concorso: in lizza anche start up e studenti
Per la prima volta nella sua lunga storia, il contest 2023 prevede il Premio “Start Up”, sostenuto da Fondazione Carta Etica del Packaging, che coprirà la quota di iscrizione al bando delle proposte finaliste.
Vi potranno aspirare sia nuove aziende attive al massimo da due anni, che propongano contenuti tecnologici o digitali innovativi e diano prova di potenzialità di crescita nella filiera packaging, sia laureandi o laureati che, nella loro tesi, abbiano progettato prodotti, servizi, consulenze per il mondo del packaging.  
In entrambi i casi, le proposte si dovranno distinguere per originalità o alto contenuto tecnologico, oltre a dimostrare di aver colto e condiviso almeno 3 valori della Carta Etica del packaging, così che gli obiettivi concreti e utili dell’industria si traducano in valori etici, a vantaggio della società, dei consumatori e dell’ambiente.

I punti di forza del contest
Lo scopo principale della manifestazione organizzata da Istituto Italiano Imballaggio è di comunicare, nel modo più ampio possibile e ai target più diversi, il valore dell’innovazione rappresentato dalle nuove soluzioni.
La promozione delle aziende e dei progetti finalisti, emersi dalla short list stilata da una giuria di esperti, è articolata su un mix di mezzi, che comprendono i media partner della stampa specializzata, del trade e alcuni quotidiani, la presenza a Interpack 2023 e alla Milano Design Week.
 
Per partecipare occorre leggere e sottoscrivere il regolamento, scaricabile dalla sezione Best Packaging del sito Istitutoimballaggio.org e fornire i materiali richiesti (dettagliata descrizione del progetto e dei suoi punti di forza e di innovazione, immagine digitale, campioni fisici e un video esplicativo di 30”).
Vai al regolamento

Le iscrizioni saranno aperte fino al 15 dicembre 2022.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio
Istituto Italiano Imballaggio