Intercos a doppia velocità nei primi nove mesi

Tags

Con una crescita del 23% Intercos sfiora i 600 milioni di euro e rivede al rialzo la guidance 2022 fornita a inizio anno.

intercosIntercos celebra 50 anni di successi come contoterzista leader nel mercato del beauty e consolida il suo ruolo di protagonista in quella che è stata chiamata dall’Economist la “Lipstick valley”.

L’azienda di Agrate Brianza, infatti, chiude i primi 9 mesi del 2022 con vendite in crescita del 23% pari a 597,1 milioni di euro.Particolarmente significativo il terzo trimestre, che ha registrato una performance da record con ricavi che superano i 229 milioni (+34,1%). Positiva anche la posizione finanziaria netta che ha raggiunto i 116,2 milioni, in miglioramento di 63,9 milioni rispetto all’analogo periodo 2021.

“Da gennaio a settembre abbiamo dovuto affrontare diverse variabili non prevedibili, dalla crisi della supply chain a livello globale, all’elevata inflazione, fino alle numerose restrizioni in Cina dovute alle politiche di contenimento della pandemia – ha dichiarato il Ceo di Intercos Renato Semerari - Le strategie di lungo termine messe in atto ci hanno consentito non solo di crescere in modo costante, ma anche di accelerare nell’ultimo trimestre, permettendoci di rivedere al rialzo la guidance per il 2022”.

Secondo le stime di Intercos, il 2022 chiuderà con vendite comprese tra gli 810 e gli 820 milioni di euro, per una crescita stimata tra il 20 e il 22% rispetto allo stesso periodo del 2021.

I settori aziendali di maggiore successo vedono il Make-up a 391 milioni con un +31,7%, lo Skincare a 96,6 milioni, +3,1% e l’Hair & Body a 109,4 milioni in crescita del 15,5%. Guardando ai mercati di destinazione, infine, rispetto al 2021 si osserva l’area Emea in testa con 283 milioni, al + 17,9%, continente americano in seconda posizione con 209 milioni, +36% e Asia a 104,5 milioni con un significativo +14,5%.