Robopac e Ocme: protagonisti del fine linea a Drinktec

Far fronte alle incertezze di un periodo storico non privo di ostacoli con determinazione e rinnovato entusiasmo: con questo spirito - condiviso peraltro dall’intera community dei costruttori di macchine automatiche - Aetna Group porta a Monaco una tecnologia d’eccellenza.

Dopo i segnali incoraggianti arrivati da altre fiere di riferimento internazionali, ora è il turno di Drinktec: l’evento fieristico di risonanza mondiale per l’industria delle bevande e dei liquidi alimentari organizzato da Messe München, torna infatti finalmente in presenza dal 12 al settembre prossimi a Monaco (D), a 5 anni dall’ultima edizione.

Ed è qui che Aetna Group ha intenzione di lasciare il segno anche perché, per la prima volta, si presenta al pubblico degli operatori dopo l’ingresso nel gruppo di OCME: un’operazione che ne ha raddoppiato il peso sul mercato, rendendolo, di fatto, punto di riferimento assoluto del fine linea.

Concentrato di tecnologia (live) e competenze di valore

Il Gruppo affronta dunque il fondamentale appuntamento con Drinktec, mettendo in campo le migliori tecnologie, come nei precedenti eventi fieristici dell’anno, quando tutte le aziende del Gruppo sono state protagoniste con stand imponenti, in cui erano esposte macchine e sistemi rigorosamente funzionanti per dimostrare dal vivo qualità e performance… Una scelta coraggiosa, quella di Aetna Group, che si distingue anche per questo rispetto ad altri player, che hanno adottando strategie più conservative.

A Drinktec la storia si ripete: in uno spazio di oltre 900 mq è esposto un impianto di fine linea ad altissima velocità con incartonatrice che arriva a 100 cartoni al minuto, palettizzatore robotizzato, fasciatrice e logistica interna. 

C’è spazio per la dimostrazione di sistemi di monitoraggio in tempo reale della linea, una sorta di pannello di controllo che rileva l’efficienza della linea e suggerisce le attività di manutenzione da svolgere in ottica di prevenzione dei problemi. 

L’offerta a media velocità è data da una linea estremamente compatta che unisce fardellatrice con film temoretraibile e palettizzazione con fasciatura combinata. Tra le semi-automatiche, invece, le due proposte sono il robot S7 e il compattatore Recycle.

Sempre dedicata al beverage, in mostra anche una fasciatrice stand alone modello Genesis Thunder ad altissima velocità, in grado di garantire una produzione superiore ai 200 pallet all’ora, ad oggi lo standard più elevato al mondo. Grazie anche alla tecnologia brevettata Cube TechnologyTM, Genesis Thunder è un vero e proprio concentrato di tecnologia, capace di ottenere performance di livello assoluto sia in termini di velocità sia di risparmio di materiale oltre che di stabilizzazione del carico, fondamentale per prevenire i danneggiamenti che influiscono sulla qualità del prodotto finale e sullo scarto che ne deriva.

Scopri maggiori informazioni sulle aziende citate in quest'articolo e pubblicate sulla Buyers' Guide - PackBook by ItaliaImballaggio