Premiato il progetto T2T R-PET® di ILIP

L’azienda di Valsamoggia (BO) si è aggiudicata il riconoscimento al contest “Innovatori Responsabili” nella categoria “Grandi Imprese”, istituito dalla Regione Emilia Romagna, per il suo impiego di r-PET negli imballaggi per ortofrutta e alimenti freschi.

ILIP, azienda del Gruppo ILPA leader in Europa nella trasformazione di materie plastiche, ottiene un altro importante riconoscimento sul progetto T2T R-PET® (acronimo di “Tray to Tray” in PET riciclato, cioè vassoi in R-PET prodotti riciclando vassoi in PET o R-PET post consumo).

L’edizione 2021 del premio ha registrato 94 candidature provenienti da tutta la Regione: imprese di ogni settore e dimensione, cooperative sociali, professionisti, scuole e centri di formazione. Il comune denominatore dei progetti doveva essere quello di contribuire alla realizzazione degli obiettivi del “Patto per il lavoro e per il clima”, l’azione di rilancio e sviluppo che la Regione ha sottoscritto con le parti sociali nel dicembre 2020, fondata sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica, nel quadro di riferimento indicato dall’ONU con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

T2T R-PET® concretizza l’obiettivo del “closed loop”, ovvero del “ciclo chiuso”. L’azienda bolognese, infatti, grazie alla sua tecnologia di ultima generazione, riesce a produrre vassoi per il confezionamento dell’ortofrutta e alimenti freschi riciclando sia bottiglie in PET (quelle comunemente impiegate per le bibite e l’acqua minerale), sia cestini e vassoi in PET post-consumo, per un recupero completo a livello di materia prima.

Ad oggi, la capacità di riciclo installata in AMP Recycling di Ferrara, azienda del Gruppo ILPA, è di 60.000 tonnellate di PET che ILIP e le altre società del Gruppo recuperano ogni anno, contribuendo a raggiungere gli obiettivi di riciclo degli imballaggi in plastica italiani ed europei.